Stesso fango, stesso sangue.

Stesso fango, stesso sangue.

Carlo Zannetti Biografia

Ci sono frasi che, per alcuni di noi, risultano di semplice comprensione. A volte sembra quasi che certe parole facciano parte del nostro DNA. Qualcosa di strano nella nostra vita c’è di sicuro. Qualcosa che ci riporta ad un passato che non è nostro ma che ci appartiene comunque.

È sufficiente sfiorare una persona per la strada, girarsi per chiedere scusa e ritrovarsi a fare un tuffo negli occhi più belli del mondo. Certe cose capitano una volta sola nella vita. Il grande amore può arrivare da un momento all’altro, ma può essere anche che in quell’istante uno dei due sia alla ricerca di qualcos’altro. In quel momento tutto è magico per la persona innamorata, quella che presto dovrà pagare un caro prezzo per il suo amore non corrisposto.

Ci sono persone che si rendono conto solo dopo 20 anni che quel rapporto avrebbe potuto funzionare…ma ormai è troppo tardi. In amore bisogna essere in due, nel posto giusto, nel secolo giusto, nel momento giusto. Molto spesso non è così.

Io, Luigi e Andrea così eravamo finiti nel fango. Stesso fango, stesso sangue. In quel modo il periodo più brutto della nostra vita era diventato abbastanza accettabile. Una grande bella amicizia durata moltissimi anni. Andrea è morto giovane, aveva 40 anni, mentre Luigi è morto un mese fa, aveva meno di 70 anni.

Una volta con una vecchia Y10 attraversammo tutta la pianura padana. Era l’alba di 25 anni fa. Eravamo felici o almeno così ci sembrava. Eravamo amici.

Nella mia vita c’era un’altra grande amica, si chiamava Nuccia.

Ma queste persone sono veramente morte? Non credo! C’è qualcosa strano nella nostra vita, ma c’è qualcosa di strano anche nella nostra morte. Ogni volta che viene a mancare qualcuno veramente importante per me, poi mi succede qualcosa di molto positivo per la mia vita. È sempre stato così. Sono messaggi che vengono da chissà dove, sono messaggi molto forti.

Eravamo io, Andrea, Luigi, e Nuccia, ballavamo dentro al sole, ballavamo per sempre. La morte non ci faceva tanta paura. Stesso fango , stesso sangue.

Carlo Zannetti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Carlo Zannetti

Carlo Zannetti

Cantautore, musicista e scrittore.

Tutti gli articoli